VOLLEY LUGANO

volleyLugano

La collaborazione con la società Volley Lugano è iniziata con la stagione 2013-14. L’intesa è scoccata rapidamente sin dal primo incontro e lo sguardo che abbiamo sullo sport è molto simile. Questo rende stimolante e fruttuosa la collaborazione!

Durante queste stagioni abbiamo lavorato inizialmente con gli allenatori e i dirigenti, al fine di condividere uno sguardo relazionale nella gestione delle squadre, per poter essere efficienti nel proprio lavoro, in funzione degli obiettivi stabiliti con la dirigenza.

Oltre agli obiettivi di risultato, abbiamo condiviso l’importanza di avere degli obiettivi relazionali, relativi al clima di gruppo e al piacere di svolgere l’attività sportiva.

Siamo regolarmente presenti in palestra per proporre alle ragazze delle attività che allenino questi aspetti relazionali. Durante le partite saranno inoltre proposte delle attività che coinvolgeranno anche i genitori.

Lavoriamo attorno alle tematiche inerenti le dinamiche di gruppo, per questo abbiamo iniziato a condividere cosa intendiamo per gruppo. Per fare questo, ci siamo riferiti a W. Bion, psichiatra americano e grande studioso dei gruppi. In base alla sua esperienza, Bion ha definito 7 punti per poter parlare di “buon spirito di gruppo”.

E da questi 7 punti, abbiamo iniziato a lavorare.

  • Avere uno scopo comune.
  • Riconoscere da parte di tutti i membri del gruppo i legami del gruppo e la loro posizione o funzione in relazione a quelli di gruppi o unità più grandi.
  • Essere capace di assorbire nuovi membri o perderne altri.
  • Riconoscere l’importanza dei sottogruppi interni ottenendo che in essi i legami non siano rigidi ed esclusivi.
  • Valutare il singolo membro per il contributo che porta al gruppo e tollerare una sua libertà di movimento compatibile con le regole accettate, decise e imposte dal gruppo.
  • Saper affrontare il malcontento interno.
  • Essere costituito da almeno tre persone.

Tratto da: Bion Wilfred R., Esperienze nei gruppi e altri saggi, Armando Editori, 1997, (p. 67).